L’arrivo di un animale domestico come un cucciolo di Pastore Tedesco è un momento di grandi emozioni che porta anche molti cambiamenti.

Sapere come prendersi cura di questa nuova vita che entra a far parte della famiglia è fondamentale per garantirgli un futuro felice e sereno, oltre a una crescita sana. I Pastori Tedeschi sono animali intelligenti che amano sentirsi pienamente parte della famiglia, considerata come “branco”.

Prima di prendere un cucciolo, però, è opportuno conoscere l’alimentazione corretta per permettere all’animale di crescere al meglio evitando rischi per la salute.

Come nutrire un cucciolo di Pastore Tedesco appena nato

Per fare in modo che l’animale abbia uno sviluppo sano, la prima fonte di nutrimento arriva dal colostro e poi dal latte materno.

Questa fase deve durare più o meno 7-8 settimane dalla nascita. Le sostanze che arrivano dal colostro sono fondamentali per lo sviluppo del sistema immunitario e per la crescita degli organi interni dell’animale. Nel caso in cui il cucciolo non potesse essere allattato vanno assolutamente evitati il latte di capra o di vacca perché non hanno le medesime potenzialità nutrizionali di quello materno. In casi come questi sarà il veterinario a prescrivere un alimento speciale che possa sostituire il latte materno naturale, indicando anche il dosaggio.

Lo svezzamento

Intorno alle 4 settimane di vita, il cucciolo deve cominciare a sperimentare nuovi sapori, in abbinamento al latte materno. Questo processo si può avviare utilizzando pappe e crocchette umide specifiche. Intorno alle 8 settimane, quando l’animale avrà sviluppato la dentatura, sarà possibile utilizzare croccantini per cuccioli bagnati con l’acqua.

Dopo un paio di mesi lo svezzamento dovrebbe essere completato e si può passare a un’alimentazione solida, chiedendo sempre consiglio al veterinario sui prodotti più adeguati anche in base alle esigenze del cane. Il medico, inoltre, fornirà indicazioni sulle quantità massime giornaliere e sugli orari dei pasti.

Dallo svezzamento fino a circa 4 mesi di vita, il cucciolo dovrà mangiare almeno 4 volte ogni giorno. In questa fase sarà fondamentale educare il cucciolo lasciando la ciotola disponibile per 10 minuti per poi toglierla, anche se il cibo non è stato mangiato tutto. Questo servirà ad insegnare la disciplina all’animale che imparerà a rispettare gli orari dei pasti.

Gli alimenti secchi per i cuccioli di Pastore Tedesco dovranno essere più calorici, grassi e proteici rispetto a quelle per gli adulti perché si tratta di una fase di crescita e sviluppo.

L’alimentazione a partire dai 4 mesi

Tra i 4 e i 6 mesi di vita il numero dei pasti dovrà essere ridotto a 3 al giorno, aumentando però le quantità di cibo nella ciotola. Per quanto riguarda il peso, è sufficiente leggere le indicazioni riportate sulle confezioni di croccantini per capire la quantità giusta in base a peso e dimensioni.

Da questo momento si possono anche cominciare a mescolare altri alimenti alle crocchette come ad esempio delle verdure, della carne o del pesce, purché ben cotti. Il cibo in scatola per cani può essere utilizzato ma con cautela, in quanto responsabile della formazione di tartaro tra i denti. I premi possono cominciare a essere usati come metodo educativo o rinforzo in positivo e mai come sostitutivi dei pasti.

Dopo i 6 mesi di vita, il cucciolo si avvia verso l’età adulta e i pasti vanno ridotti a un paio di volte al giorno. Il veterinario fornirà tutte le indicazioni in merito alla quantità di cibo da dare all’animale in base al peso, allo stile di vita e al sesso. Superati i 6 mesi di età si consiglia di fornire ai cuccioli delle ossa tonde da mordere per migliorare la salute di denti e gengive.

Regole generali

Gli avanzi umani non vanno mai dati al cane, né da cucciolo né da adulto perché si tratta spesso di alimenti ricchi di condimenti pericolosi per l’animale. Inoltre, questa pratica è fortemente diseducativa perché insegna al cane ad elemosinare cibo e disturbare mentre si mangia.

Un altro aspetto importante da tenere in considerazione è l’igiene delle ciotole di acqua e cibo, che dovranno essere sempre pulite per evitare il proliferare di insetti e parassiti dannosi per il cucciolo. Infine, oltre all’attenzione per l’alimentazione, è altrettanto utile occuparsi dell’attività fisica dell’animale permettendogli di muoversi e correre almeno per un’ora al giorno, facendo un paio di passeggiate quotidiane o un giro al parco più vicino.