Gli smalti semipermanenti consentono di ottenere una manicure curata e un effetto duraturo. Infatti, a differenza delle nail art tradizionali, questi prodotti garantiscono una durata maggiore e consentono di effettuare ritocchi dopo circa 15 giorni.

Tuttavia, per realizzare la manicure impiegando smalti come questi è necessario avvalersi di un fornetto, anche noto come lampada UV, che consenta di polimerizzare il prodotto. Solo in questo modo si fisserà all’unghia diventano semipermanente.

Per realizzare questo trattamento cosmetico a casa, però, è possibile sfruttare alcune tecniche che consentono di evitare l’utilizzo della lampada.

Come preparare l’unghia

Prima di applicare lo smalto semipermanente, è opportuno preparare adeguatamente l’unghia. Il primo step sarà quello di rimuovere le cuticole utilizzando un prodotto apposito oppure un olio. Trascorsi 2 minuti basterà, impiegando un bastoncino di legno o silicone, spingere le cuticole oppure tagliarle con l’apposito strumento per la manicure.

Il secondo passaggio essenziale è quello di acuire la porosità dell’unghia utilizzando un buffer. Questo permetterà allo smalto di avere un maggiore grip e, di conseguenza, fissarsi in maniera ottimale.

Infine, la fase preparatoria termina con l’applicazione di una base acida, necessaria per permettere allo smalto di resistere senza sbeccarsi per circa 15 o 20 giorni. Prima di procedere con l’utilizzo dello smalto semipermanente bisogna attendere che il prodotto sia perfettamente asciutto.

Come applicare lo smalto semipermanente senza lampada

Una volta scelto lo smalto semipermanente da applicare bisognerà stendere il prodotto con cura. È buona norma prelevare una piccola dose di prodotto appoggiando il pennello al centro dell’unghia. Successivamente basterà distribuire omogeneamente lo smalto sulla superficie avendo cura di non toccare la base e le zone laterali (il prodotto non deve toccare la pelle).

A questo punto bisognerà procedere con l’asciugatura dello smalto senza utilizzare la lampada. La soluzione più comune è quella di procedere con l’asciugacapelli, azionando il getto d’aria fredda. Questo, infatti, è ideale per asciugare velocemente il prodotto.

Un’altra ipotesi è quella di utilizzare prodotti specifici per l’asciugatura rapida dello smalto. Questi si presentano, generalmente, sotto forma di gocce, applicabili direttamente sull’unghia e lasciate agire per qualche istante. Infine, una valida alternativa è quella di inserire le mani all’interno di una bacinella con acqua fredda. In questo modo, dopo qualche minuto, lo smalto sarà pronto per il top coat.

Terminato il trattamento, è necessario applicare uno smalto trasparente che, oltre a lucidare l’unghia, permetta al semipermanente di resistere a lungo senza sbeccarsi.

Altri sistemi per applicare lo smalto semipermanente senza la lampada

Esistono altri sistemi per fissare lo smalto semipermanente senza l’utilizzo di una lampada UV che polimerizzi il colore. Uno di questi è l’impiego di lacca spray per i capelli. Per farlo, è sufficiente vaporizzare il prodotto sulle mani ad una distanza di 20 cm dalla pelle.

Un altro segreto è quello di applicare una piccola dose di prodotto affinché l’asciugatura avvenga naturalmente nel giro di qualche minuto.

In generale, però, è importante utilizzare un prodotto lucidante, esclusivamente sullo smalto (non da utilizzare come base affinché non impedisca al prodotto di aderire all’unghia) che funzioni contemporaneamente da lucido e da fissatore.

Come rimuovere lo smalto semipermanente

Per rimuovere lo smalto semipermanente è sufficiente utilizzare un comune solvente per le unghie. Tuttavia, questo prodotto deve contenere il 100% di acetone al fine di agire perfettamente sul prodotto.

Per effettuare una corretta rimozione è necessario utilizzare alcuni frammenti di cotone imbevuti di acetone da applicare sull’unghia. Successivamente bisognerà avvolgere il dito con un piccolo pezzo di carta stagnola e attendere circa 15 minuti. Infine, basterà rimuovere il tutto e, con un’apposita palettina, sollevare i frammenti rimanenti lasciando l’unghia perfettamente pulita.

Durante questa operazione è necessario prestare molta attenzione e agire con delicatezza per non creare danni o solchi.