Il periodo incerto che stiamo vivendo è ormai dominato dall’emergenza Covid19, anche dal punto di vista professionale. Vi sono alcune figure lavorative, tuttavia, che, grazie alla possibilità di operare in smartworking, hanno continuato a lavorare in maniera costante anche in piena pandemia.

Una di queste figure è quella dell’operatore di call center. Questo tipo di lavoro consiste nell’effettuare o ricevere telefonate con diverse finalità, che possono rientrare nell’assistenza ai clienti, nel supporto tecnico e commerciale e nella televendita.

Solitamente il contratto legato a questo tipo di lavoro offre uno stipendio fisso mensile, da incrementare con delle provvigioni legate ai risultati personali raggiunti per alcune tipologie di operatore telefonico. Permette, quindi, di avere un’entrata economica sicura, rendendo questo tipo di lavoro alquanto richiesto.

Lavorare da casa attraverso i call center

Chi fosse interessato a proporsi nel settore, può trovare molti annunci come “cercasi operatore call center” sul sito callcenter.it dell’agenzia per il lavoro interinale Jobtech. Il portale in questione è un vero e proprio punto di riferimento sia per chi cerca lavoro che per le aziende che necessitano personale. Interamente dedicato alla figura dei centralinisti e operatori telefonici, vede sempre un maggior sviluppo e richiesta di queste figure professionali.

Grazie alla possibilità di svolgere questo lavoro ovunque, è un ambito molto ricercato soprattutto da alcune categorie di lavoratori.

È il caso, ad esempio, degli studenti universitari che potrebbero avere necessità di un’entrata mensile e di tempo da dedicare allo studio. Molto spesso, infatti, l’operatore di call center lavora con contratti a tempo parziale, lasciando quindi molto tempo libero a disposizione.

Non è richiesto, inoltre, un grosso bagaglio di esperienze precedenti, in considerazione del fatto che spesso la formazione viene effettuata direttamente dall’azienda che assume l’operatore. L’ideale, quindi, per chi si affaccia per la prima volta nel mondo del lavoro oppure non ha titoli di studio specifici da sfruttare a suo favore.

Allo stesso modo, è un impiego adatto anche per chi necessita di lavorare da casa. Fino a pochi mesi fa, l’operatore di call center era ancora un lavoro da svolgersi in uno specifico luogo fisico. Ogni lavoratore aveva una sua postazione dotata degli strumenti idonei ad effettuare le chiamate. Con l’avvento dell’emergenza coronavirus, è stato favorito il lavoro da casa, settore in cui le attività di call center, grazie ad un’abile e rapida trasformazione, si sono collocate perfettamente.

Che si tratti di fornire assistenza su telefonate in entrata (call center inbound) oppure effettuare chiamate con finalità di telemarketing e  appuntamenti (call center outbound), l’operatore di call center rappresenta l’impiego ideale per molte categorie di lavoratori. Le agenzia del lavoro come Jobtech, quindi, permettono di iniziare ad effettuare i primi passi guidando gli aspiranti candidati nel mondo del lavoro.